We are young, we are strong.

Buonasera ragazze.

Ancora una volta,perdonate la mia assenza. Riprendo l’attività di “neo-blogger” con un post dedicato alla donna.

Come sapete il 25 Novembre è stata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, e in Italia vi sono state diverse manifestazioni per l’occasione. Quella che mi ha colpito particolarmente è stata l’esposizione, oltre a striscioni e cartelloni, di scarpe in varie piazze.

Prima di postare, seppur con ritardo, il mio paio di scarpe, voglio spendere due paroline sull’argomento.

Il mondo in cui viviamo è sempre stato un mondo basato sull’affermazione del più forte. Nel regno animale è il più forte che si ciba del più debole. Beh, noi discendiamo dagli animali, ma mi chiedo : chi ha mai deciso che l’uomo sia più forte della donna?

Tu, “uomo” che ti ergi a giudicatore morale e comportamentale, chi ti ha mai dato il potere di poter decidere della vita della tua donna? Mogli, fidanzate assassinate per gelosia, per rabbia e vendetta.

Donna stuprate perchè considerate oggetti sessuali non solo da sconosciuti. Molti sono i mariti e padri che abusano delle proprie mogli e delle proprie figlie.

Ogni donna rubata a questo mondo è un delitto contro la natura.

La donna : un essere purissimo, delicato, osannato da diverse letterature, ispirazione di romanzi, poesie e avventure cavalleresche.

La donna : così piccola fisicamente, ma così grande.

Voi “uomini” che picchiate le vostre donne perchè “vi hanno fatto perdere la pazienza“, non avete neanche idea di quello che una donna sia in grado di fare. Voi che credete di essere migliori e massacrate le donne con violenze psicologiche, verbali e fisiche, non potrete mai vantare di averle conosciute realmente.

Perchè quando si conosce una donna, si è portati a rispettarla. Quando una donna è rispettata e protetta, vedrete che non esiterà a donare tutta se stessa per gli altri, per la propria famiglia, per il proprio uomo. Perchè noi siamo propense al “dare”. Diamo la vita, diamo calore. Siamo in grado di donare a voi poveri disgraziati, un futuro a cui credere.

Una donna non si ferma davanti a nessuna difficoltà. Ve ne approfittate perchè siamo in grado di amarvi così tanto da tenerci i vostri insulti, i vostri schiaffi, riuscendo a nascondere il dolore visibile solo con i lividi.

Perchè noi siamo così : riusciamo a sorridere anche quando il mondo ci volta le spalle. Basta piangere la notte sul proprio letto, nel bagno o sul divano, ma il giorno dopo usciamo di casa a testa alta, con un po’ di mascara e lucidalabbra per dare un senso alla giornata.

Noi donne siamo in grado di sopportare tutti i vostri sbagli, le delusioni che ci date, e continuare a credere che sarete migliori, più attenti, più presenti, perchè noi donne vogliamo vedere sempre il buono nelle persone.

Perchè noi donne siamo ingenue, ma affrontiamo la vita di petto, aspettandoci il peggio ma ottenendo sempre il meglio.

Noi donne ci prendiamo quello che vogliamo perchè conosciamo il valore del sacrificio,e diamo importanza ai nostri sogni, ai nostri progetti, e non sarete voi a portarceli via. Siamo in grado di dimenticare quello che di brutto ci capita, o almeno a metterlo da parte, in attesa di un futuro migliore.

Ed è proprio perchè siamo così cariche di speranze e di ideali che spesso ci dimentichiamo di quanto valiamo. O lasciamo che siano gli altri a farcelo dimenticare.

Fermiamoci un attimo a riflettere. Prendiamoci un attimo per la nostra dignità, per la nostra integrità.

Un secondo per una vita.

Al primo schiaffo ne seguirà un secondo.

Al primo insulto ne seguiranno tanti altri, fino a farci abbandonare ogni forma di autostima.

Non mettiamo da parte questo. Non scordiamo questo.

Ricordiamoci di chi siamo. Ricordiamoci di quanto valiamo. Noi donne non siamo più deboli di voi uomini. 

Queste scarpe sono per tutte le donne massacrate,e anche un po’ per me. Per tutte le volte che ho permesso ad altri di non farmi sentire donna,

Pace, Federica.

inna-panasenko-tacchi-alti-ossessione-63996

Good evening girls.

Again , forgive my absence. I take the business of “neo- blogger” with a post dedicated to women .

As you know November 25th was World Day Against Violence Against Women, and in Italy there have been several demonstrations for the occasion. What particularly impressed me was the exposure , as well as banners and posters , shoes in various places .

Before posting , albeit belatedly, my pair of shoes, I want to spend a few words on the subject.

The world we live in has always been a world based on the affirmation of the fittest . In the animal kingdom is the strongest that eats the weaker. Well, we are descended from animals, but I wonder : who ever decided that man is stronger than woman?

You, “man” that you ergi in moral and behavioral Judges , who has never given you the power to be able to decide the life of your wife ? Wives, girlfriends murdered out of jealousy , anger and revenge.

Woman raped because they are considered sexual objects not only from strangers. There are many husbands and fathers who abuse their wives and their daughters .

Every woman stolen in this world is a crime against nature.

The woman, being a pure , delicate, hailed from different literatures , inspired novels , poems, and chivalrous adventures .

The woman : so small physically, but so great.

You ” men” who knock your women because ” you have lost patience,” you do not have no idea of what a woman is capable of doing. You who believe to be the best and massacred women with psychological violence , verbal and physical , can never boast of having known them really .

Because when you know a woman , we tend to respect it. When a woman is respected and protected , you will not hesitate to give herself to others, for their families , for their man . Because we are willing to “give” . Let’s life , let’s heat. We can give you poor wretches , a future in which to believe .

A woman does not stop at any difficulty. There advantage because we are able to love so much to keep your insults , your slaps, unable to hide the pain only visible bruises .

Why we are so : we can smile even when the world turns its back . Just the night crying on his bed , in the bathroom or on the sofa , but the day after we leave the house head-on , with a little ‘ of mascara and lip gloss to give a sense of the day .

We women are able to endure all your mistakes , disappointments that you give us , and continue to believe that you will be better, more conscious , more present , because we women always want to see the good in people .

Why we women are naive , but we face life head on, expecting the worst but always getting the best.

We women we take what we want because we know the value of sacrifice , and we give importance to our dreams , our plans , and is not you who carry them away . We can forget what bad happens to us, or at least to put it aside , waiting for a better future.

And it is precisely because we are so full of hopes and ideals that often we forget what we are worth . Or leave that for others to make us forget .

Let us pause a moment to reflect. Let’s take a moment for our dignity , our integrity .

A second for a lifetime.

At the first blow will follow a second.

At first insult many others will follow , until we abandon all forms of self-esteem.
We do not put this aside . Do not forget this .

Let us remember who we are. Let us remember what we are worth . We women are not weaker than you men.

These shoes are for all women massacred , and even a little ‘ to me. For all the times that I have allowed others to not make me feel like a woman ,

Peace, Federica .

Blue like a Na’vi!

Buonasera Rutelline!

Come avete trascorso la giornata di oggi?

Io mi sono concessa un giorno di totale relax, nel quale ho avuto una fantastica illuminazione.

Come penso sappiate, giusto martedì scorso hanno trasmesso in TV il film evento Avatar.

Ma quanto è bello il soldato Jake? Anche se, dicono, non sappia recitare. Io non volevo crederci, ma quel sapientone del mio boy mi ha svelato che guardando il film in scena originale si nota una certa piattezza e incoerenza fra le espressioni e le battute.

Io non sono una cinefila, quindi di sicuro non mi guarderò il film in lingua originale per avere conferma della cosa. Anche perchè, diciamocelo, abbiamo doppiatori italiani fantastici e tanto meglio così! :D

Comunque, come vi dicevo, hanno trasmesso Avatar e ripensando a questi meravigliosi ed ecosostenitori giganti blue, mi si è accesa la lampadina.

Ho pensato blue.. come si abbina il blue?

Beh, il blue si abbina molto bene con le sue varie sfumature e ho trovato si abbina molto bene al marrone, quindi ho cercato con la mente fra i miei abiti qualcosa di blue e qualcosa di marrone,ovviamente.

Beh ripensando ai capi mi sono subito venuti in mente un paio di jeans skinny di H&M, blue scuro. Aderenti, attillati, adatti a far risaltare le forme.

Perfetti con un bel paio di tacchi per avere un look più aggressivo. Quindi ho pensato alla mia collezione di scarpe e il mio pensiero si è posato su un paio di decolletè bejge e marroni, dalla punta arrotondata che comprai dal mio amato mercato del sabato mattina. Fu un acquisto non programmato, in realtà. Mi piacquero molto quindi non ci pensai su due volte. Sono anche molto comode! Adoro indossare le decolletè a piede nudo soprattutto per sfoggiare il mio recente tatuaggino, dedicato al mio boy. <3 

Magari parliamo di tatuaggi in un prossimo post, che ne dite?

Quindi,riepilogando : scarpe e jeans li abbiamo. Ma ora, che metto sui jeans?

Anche in questo caso è stato il film a darmi l’ispirazione! Mi sono chiesta : e se fossi completamente blue?

Beh! Ecco la soluzione : jeans…su jeans. Blue su blue, proprio come una vera Na’vi – nome della popolazione indigena di Avatar, per chi non lo ricordasse! :D

Senza starci a ripensare troppo mi sono fiondata nell’armadio, ho preso il jeans e una camicia di jeans della stessa tonalità per creare un outfit total denim, spezzato da accessori marroni. Delle scarpe vi ho già accennato, date un’occhiata al resto!

Good evening Rutelline !

How have you spent your day today?

I have granted one day of total relaxation , where I had a fantastic lighting .

As I think you know , just last Tuesday have televised the event movie Avatar.

But how beautiful the soldier Jake ? Although , they say, do not know acting. I do not want to believe it , but that ‘s my clever boy he revealed that watching the film in the original scene is a certain flatness and inconsistency between the expressions and jokes.

I’m not a film buff , so for sure I ‘ll not watch the film in the original language for confirmation of the thing. Also because, let’s face it , we Italian voice fantastic and so much better ! : D

However, as I said, have sent Avatar and thinking back to these wonderful blue giants , I came on the bulb.

I thought blue .. as it combines the blue?

Well, the blue goes very well with its various shades and I found it goes very well to brown, then with the mind I searched through my clothes something blue and something brown , of course.

Well thinking back to the heads , I immediately came up with a pair of skinny jeans from H & M , dark blue . Members, close-fitting , suitable bring out the forms .

Perfect with a nice pair of heels for a more aggressive look . So I thought to my collection of shoes and my thought has settled on a pair of bejge neckline and brown , the rounded tip that I bought from my beloved Saturday morning market . It was an unplanned purchase , actually. I liked them a lot so I did not think twice about it. They are also very comfortable ! I love to wear the neckline bare foot especially to show off my recent small tattoo , dedicated to my boy . <3

Maybe we talk about tattoos in a future post , shall we?

So , summarizing : shoes and jeans have them. But now, I put on my jeans ?

Even in this case was the film to give me the inspiration ! I asked myself, and if I were completely blue?
Well ! Here is the solution : jeans … on jeans . Blue on blue , just like a real Na’vi – the name of the indigenous population of Avatar, for those who do not remember ! : D

Without being there to rethink too I slingshots in the closet , I took the jeans and a denim shirt of the same color to create a total denim outfits , broken by brown accessories . Shoes I have already mentioned , take a look at the rest!

Continue reading

Say it with a puncake!

Buonasera ragazze!
Sarà l’ora tarda, o il tepore della mia solita coperta ma stasera non voglio parlarvi di moda.
Voglio condividere con voi qualcosa di più profondo.
Inizio col rivolgervi una domanda : esiste nella vostra vita una persona speciale?
E, badate, una persona speciale non è necessariamente il proprio fidanzato, quindi non crediate di non aver nessuno di speciale accanto a voi solo perchè siete single.
Decidiamo noi chi vale la pena di considerare speciale Per le emozioni che ci regalano quando trascorriamo del tempo con loro, per il sostegno che non si vergognano a donarci quando ne abbiamo bisogno e soprattutto per il modo in cui entrano così profondamente nella nostra vita che non vogliamo ne escano mai più.
Nel mio caso la persona speciale a cui sento di dover dedicare questo post è proprio il mio ragazzo.
Voi cosa direste alla vostra persona speciale, se ce l’avesse davanti a voi, in questo momento?
Senza pensarci, su due piedi, quali sarebbero le prime parole che vi verrebbero in mente?
Le mie sono semplici : “Ciao amore, mi dispiace.”
Non è uno di quei post un po’ smorfiosi, scritto in un momento di crisi di coppia, anzi.
La mia relazione va a gonfie vele, ma non è sempre stata rose e fiori, come si suol dire.
E per tutte quelle discussioni insensate, per le reazioni spropositate, per il tempo perso a crogiolarci nell’orgoglio viene spontaneo chiedere scusa.
Chiedere scusa a Lui, chiedere scusa a me stessa, chiedere scusa a “Noi”.
Ed è proprio perchè queste scuse vengono in un momento prospero come questo, che assumono ancora più valore e sincerità.
Spesso tendiamo a dar per scontato le persone che ci sono accanto, le mettiamo lì in un angolo, e talvolta siamo così abituati alla loro presenza che ci sentiamo autorizzati a credere loro ci siano per sempre.
No ragazze, non vorremmo mai che qualcuno dia per scontato noi, quindi stiamo un po’ più attente e guardiamoci intorno. Chiediamo alle persone che ci circondano “Ehy,come stai oggi?”.
Rendiamole partecipi della nostra vita, e rispettiamole nelle piccole cose.
Non son qui per farvi la morale, ma solo per ricordare – a voi e a me stessa in primis – che non c’è niente di più bello che dare e ricevere amore. Da e alla nostra famiglia, da e alla nostra migliore amica,al nostro migliore amico. Da e al nostro partner.
Impariamo a costruire i “noi” e metter da parte gli “io“.
Sempre nel mio caso, la mia persona speciale non può essere qui con me questa sera, quindi ho pensato di fargli arrivare il mio messaggio in un modo un po’ dolce, un po’ stravagante : con una torta di pancakes.
Conoscete quelle fantastiche frittelline che i fidanzati perfetti cucinano per le proprie donne,nei film americani?
Beh, questo non è un film e quindi, da prassi, sono io che cucino per lui e, in particolar modo, per dedicargli questa frase molto caruccia:
Non c’è due, senza te“.

E voi in che modo dedichereste una frase, un pensiero, una parola, alla vostra persona speciale?
Fatemelo sapere, io intanto vi lascio la foto della mia creazione con allegato il link da cui ho preso la ricetta.
Pace.
Federica.

Continue reading

A special guest with a little ‘of serotonin.

Buonasera mie ragazzuole! Come avete trascorso il weekend?

Il mio è stato un fine settimana molto tranquillo : sono uscita con amici a bere qualcosina sabato sera e ieri sera pizzata nella tavernetta. 

Adoro i miei amici, e non c’è modo migliore di vivere i miei sabato e domenica che in loro compagnia. Adoro ritrovarci tutti insieme a cenare nella fantastica tavernetta riscaldata da un fantastico camino a legna. 

Perfetta per trascorrere una serata romantica con il proprio moroso, e per ripararsi dal primo freddo che inizia a farsi sentire.

Che odio queste nuove temperature!

Da me piove, da voi?

Odio la pioggia, mi rende triste e malinconica e spesso autorizza pensieri,a cui non vogliamo pensare,ad irrompere prepotentemente nella nostra testa.

Nel mio caso specifico,inoltre, mi viene tanto sonno e ho solo voglia di impalmarmi davanti alla Tv, sul divano, arrotolata nella mia coperta come una larva umana! Aahah.

Soprattutto quando inizia a piovere nel pomeriggio. Una potenziale bella giornata viene letteralmente rovinata dalla pioggia pomeridiana, che poi diventa serale e notturna. Proprio come oggi. Uff.

Stamattina, infatti, mi sono svegliata piena di energie (no davvero ragazze, non sto scherzando :D ) soprattutto perchè ho potuto sfoggiare il mio amato parka, fresco fresco di lavanderia.

Sono andata in facoltà, e per quanto inusuale, le ore di chimica organica mi rallegrano. Adoro la chimica, specie quando riesco a capire subito la spiegazione. Lasciatemi fare un po’ la sborona : una bella lezione di chimica mi rilascia nel corpo tanta C10H12N2O …

 

Ok, basta a far l’antipatica. Ahahah, quel codice fiscale che ho scritto corrisponde alla formula della serotonina, che conoscerete col nome di “ormone della felicità“. 

Cosa vi rende felici? Cosa vi rilascia serotonina in circolo?  :D

A parte la lezione di chimica, quello che oggi mi ha reso felice è stato proprio ideare un nuovo outfit con il mio parka. E con un ospite particolare. Volete scoprire chi è? Beh,date un’occhiata alle foto :D

Continue reading

Fuori i gambaletti e i calzini. In or out?

Buonasera a tutte,cicciottine! :D 

Dopo aver trascorso l’intera giornata di ieri in facoltà, ho - finalmente – il tempo di scrivervi questo post riguardante le ultime tendenze in fatto di calze.

Quante di voi usano le calze per coprirsi dal freddo, indossandole sotto jeans e leggings? Io, personalmente, sono una di queste! L’antistupro fatto a persona! Ahahah!

Ma quest’anno le cose cambiano! Non tanto per i collant che da sempre – colorati, velati, in tinta unica, coprenti o a pois – sono sempre stati un accessorio immancabile nell’armadio di qualsiasi donna e ragazza di ogni età! La vera novità riguarda infatti i gambaletti e i calzini, così tanto nascosti per ” questioni logistiche”, ma che ora devono farsi vedere!

Tralasciando la categoria dei collant con cui tutte noi abbiamo familiarità, ormai, mi accingo a descrivervi attraverso anche l’utilizzo di foto prese dal web, vari modi di indossare le calze più in voga del momento : prima ancora di soffermarmi sui gambaletti e sui calzini, iniziamo dalle parigine!

Come certo saprete tutte, le parigine sono calze che arrivano fin sopra al ginocchio. Ne esistono in diverse fantasie : colorate, in tinta unita, con motivi floreali o geometrici, e in vari materiali : pizzo, cotone, lana etc.

Sono molto versatili, quindi, possono essere indossate con tacchi vertiginosi, come le classiche decolletè, o con ballerine, francesine alte e basse, stringate e non.

Vengono indossate sui collant stessi, o con shorts e un paio di stivali da cowboy o semplici ankle boots per un look sbarazzino ma molto femminile. Perfette con le adorate gonne a ruota, con vestitini svasati o meno che siano, per ottenere un look romantico e dolcemente malizioso.

Image Image 

Image

Continuiamo,ora, parlando dei veri protagonisti del post : gambaletti calzini!

Entrambi sono sempre stati accessori sottovalutati, ma, stranamente, sono adatti a creare un look chic e di tendenza ottenendo un effetto femminile e sofisticato. Anche questi li ritroviamo in diverse fantasie : per il gambaletto abbiamo versioni coprenti, in pizzo, semivelato, con motivi colorati e geometrici (questo vale anche per i calzini).

Non è proprio la stagione adatta a nascondere i vostri gambaletti e i vostri calzini, quindi occhio alla fantasia che scegliete e divertitevi ad abbinarli! Io nel post precedente ho lasciato che si vedessero, arrotolando i leggings ad altezza caviglia, in un look decisamente maschile.

Ma vi sono diversi modi per indossarli! Dolcemente scesi sulla caviglia, tipo scaldamuscoli, su un paio di francesine con tacco e non, per un look collegiale. O abbinati a decolletè giocando sul contrasto di colore, utilizzando tonalità diverse del colore della nostra calzatura o dello stesso colore della scarpa per sembrare un po’ più slanciate.

Infine, abbiamo i calzini! Anche questi un must per questa stagione e per quella primaverile. Essì ragazze! I nostri stilisti hanno pensato bene di sfoggiare i calzini con le decolletè chiuse e non, per ottenere look frivoli e divertenti.

I calzini si sposano molto bene con francesine basse, o comunque con scarpe dal taglio maschile. Molto trendiy se abbinate ad un tubino, o indossati sotto un paio di jeans stretti alla caviglia, da cui vengono separati tramite un pezzettino di gambetta scoperta. Perfetti sotto una gonna a ruota, lunga o corta, e con una longuette per ricreare un look fresco, ispirato al passato.

Image Image Image Image

Image Image 

Image Image

 

Insomma : liberate la fantasia e fatemi sapere cosa ne pensate con un commento.

Un abbraccio, Federica.

Il mio primo outfit a base di tartan e calzettone in vista!

Buongiorno a tutte voi :)

Perdonate l’assenza e il ritardo, ma tornata dalla seduta di laurea ero davvero stremata, e niente mi è sembrato più piacevole che accoccolarmi sul divano, completamente avvolta dalla mia morbidissima coperta, e guardare su Sky Cinema Family il film : “Piccole Donne” ,tratto dall’omonimo romanzo.

Lo avete mai letto? Qual è la vostra “piccola donna” preferita fra le quattro sorelle? Io adoro la piccola Josephine – Jo per gli amici :D.

Romanzi e film a parte,vi avevo accennato che vi avrei parlato della seduta di laurea e postato le foto del mio outfit.

Che dire, noi eravamo pronti dalle 16:00, ma Lei non è stata chiamata prima delle 17:30 circa.

Si è trattata di una laurea triennale in Scienze Politiche (ramo amministrativo),e da quanto ne so, la “tesi” assume più le forme di una relazione di una trentina di pagine, circa, su un argomento concordato con il professore.

Beh,esclusa qualche piccola titubanza iniziale la discussione è stata interessante, incentrata sulla “Riforma Fornero e il mondo del lavoro”  esposta con disinvoltura e linearità che l’ha portata ad essere proclamata Dottoressa con la votazione di 93/110. Niente di più commuovente! Nella mia famiglia abbiamo un po’ tutti la lacrima facile, e potete ben immaginare quante piccole gocce salate siano scese da tutti i nostri occhi. Dalla Dottoressa in primis! :D

E’ stato davvero un bel momento!

I festeggiamenti continueranno nel fine settimana, ma ora è il momento del mio outfit e delle mie fotine! :D

Come vi avevo accennato, ho scelto un outfit molto mascolino che si compone di una camicia,dal taglio maschile, con fantasia tartan in una scala di grigi deliberatamente presa dall’armadio di mio fratello. A chi non capita di “prendere in prestito” qualche capo d’abbigliamento dal proprio ragazzo, dal proprio fratello o, perchè no, dal proprio papà? A me “capita” costantemente :D

Ho voluto creare un effetto “vedo-non vedo”, indossando un maglioncino nero comprato da Stradivarius, che lasciava intravedere solo il colletto, i risvolti delle maniche e la parte finale della camicia.

Alla camicia ho abbinato un paio di leggings invernali comprati da Calzedonia, che ho scelto di svoltare in fondo alla caviglia per permettere la visibilità dei miei calzini, anche questi molto mascolini, grigi e neri comprati da una bancarella al mercato locale.

Ebbene sì fanciulle, sembra proprio che quest’anno far vedere il calzino sia un dovere! Non per altro abbiamo assistito a passerelle in cui la decollete nera,classica, veniva abbinata ad un calzino colorato. E’ opportuno,dunque, non limitarsi più all’acquisto di calzettoni bianchi,di spugna, che inibiscono totalmente qualsiasi forma di erotismo, ma imparare a scegliere modelli più versatili adatti ad essere visti. Scriverò un post sull’argomento, non perdetevelo! :D

Continuiamo la descrizione del mio outfit presentando le scarpe che, come vi avevo già detto, sono delle meravigliose francesine basse,nere in pelle, molto minimal, acquistate da Primadonna. Questo è il primo anno che compro e uso un paio di francesine basse, quindi ho voluto scegliere un modello easy e facile da abbinare. Ma credo proprio che andrò alla ricerca di qualcosa di più particolare, perchè sono scarpe eccezionali. Un must have di questa stagione!

Il tutto abbellito da un paio di orecchini circolari grigi con cuoricini bianchi, ripresi da un bracciale bianco acquistato dai miei fedelissimi mercatini e infine, per spezzare il look, ho scelto una borsa morbida e molto capiente bianca, contornata di nero. Anche questa è un acquisto fatto fra le bancarelle del sabato mattina! :)

Infine ho indossato un giubbino in pelle di Primadonna, molto lineare e semplice.

Potrete constatare voi stessi che si tratta di capi a prezzi molto accessibili, come vi avevo accennato nel post di presentazione.

Ecco qui le foto:

ImageImageImageImageImageImageImageImage

 Foto di Gabriele Ruta

INDOSSO :

CAMICIA : OVS

MAGLIONCINO : STRADIVARIUS

LEGGINGS : CALZEDONIA

GIUBBOTTO E SCARPE : PRIMADONNA.

Vi aspetto per il prossimo post, Federica.

Laureanda bagnata, laureanda fortunata!

Buongiorno fanciulline!

Oggi sono particolarmente entusiasta per una duplice ragione : non vedevo l’ora di aggiornare il blog e, “the last but not the least” nel pomeriggio mia cugina si laurea! Yeeeeh! Congratulazioni :D.

Per l’occasione ho pensato ad un outfit incline al maschile, giocando con il tartan e il nero,in accordo con questo tempo grigio e piovoso.

Dato che la giornata è così piena di impegni vi lascio,per il momento, con qualche fotina ritraente i pezzi forti del mio abbinamento nell’attesa di postarvi le foto dell’outfit completo e di raccontarvi qualcosina circa la seduta!

Iniziamo con una bella camicia tartan, con varie sfumature di grigio, dal taglio maschile.

Image

 

Seguono  queste fantastiche francesine nere basse,con un paio di 

calzini molto mascolini :

Image

 

E infine una morbida e spaziosa borsa bianca,contornata di nero.

Image

 

Che ne dite?

Vi aspetto per il prossimo post,Federica.

Moda low cost.

Buongiorno ragazzule/ragazzuoli!

Dal momento che questa mattina non sono dovuta andare in facoltà, ho pensato bene di cimentarmi nel cambio di stagione. Ebbene sì, qui al Sud, un po’ come in tutta l’ Italia, il sole e il caldo sembravano non volerci abbandonare mai! Ma,ahimè, siamo al 12 novembre e credo sia doveroso sfoderare i nostri amati maglioncini, felpine, cappotti e quant’altro.

Tralasciando un attimino il “senso del dovere”,mi voglio soffermare sul pensiero avuto mentre mi accingevo a ripiegare gli abiti estivi e a sistemare nell’armadio quelli invernali (facendo anche un’accurata cernita dei capi ormai “out”) : “si può essere carine/i a prezzi vantaggiosi?”

Perdonate il materialismo, ma in tempi come quelli che stiamo vivendo, domande come questa mi sembrano un tantino lecite! :)

Ovviamente, la risposta è positiva!
Ed è proprio per questo che ho deciso di aprire questo blog : dimostrare che basta veramente poco -in ogni senso- per essere carine, femminili e adatte a qualsiasi occasione.

Fatemi sapere cosa ne pensate e restate connesse/i per il mio prossimo post.

Un bacio a tutte/i voi, Federica.